Intervista: xMarck97

img
Apr
14

Prestazione notevole nell’ultima partita, la saracinesca dei WolfDogs non poteva passare inosservata. Ecco la nostra intervista a xMarck97

Presentati! Chi sei e da quanto giochi?
Mi chiamo Marco – per il mondo del gaming Marck – ed ho 23 anni.
Ho iniziato a giocare a FIFA sul PC dal 2019 solo per divertimento. Vedendo un po’ qua e là come stavo andando un giorno mi chiesi perchè non entrare in un team per divertirmi, scoprendo cosi il mondo competitive di questo gioco.
Fu così che mi aggregai verso metà campionato alla mia prima squadra, i Cinghios eSport. Feci con loro 1 stagione e mezza per poi, a causa di motivi dipesi dal capitano, il team si sciolse e cosi vagai alla ricerca di una nuova casa…
Conobbi cosi i Project Delta, una nuova squadra che si stava sviluppando per entrare a far parte della stagione successiva; fondata da Luck Van Allen e Miki, entrai a far parte di quel team, dove feci due stagioni, migliorando molto, provando anche – dopo un buon piazzamento nella prima stagione – l’esperienza della Europa League.
Partita la seconda stagione, ero autore di prestazioni altalenanti inizialmente, per poi rimanere costante, e nella parte finale della stagione siamo riusciti a fare il grande botto, vincendo la Coppa Italia. Cosa che, sinceramente, non me l’aspettavo.
A malincuore lasciai Project Delta per via di un incertezza nella iscrizione al prossimo campionato. Stando con loro ho potuto migliorare ancora qualcosina che mi mancava quando iniziai per la prima volta.
Ed eccoci qua, ora come ora, nei WolfDogs, capitanati da Misca e Ginn.

C’è qualcosa che ti lega al ruolo di Portiere? Come mai questa scelta?
Devo dire di si; è una passione che è nata fin da quando iniziai a giocare a calcio, quando ero piccolo. Avevo questa voglia di fare il portiere, sentirsi responsabili. Ed ora lo sono.

Un avvio di campionato davvero ottimo! Ve lo aspettavate?
Ad essere sincero no. Eravamo partita con l’ottica di essere in Serie B e di guadagnarci questa promozione in A, ma ora eccoci qui dopo aver vinto uno spareggio contro i Cinghios, siamo in A.

L’ultima partita ti ha visto assoluto protagonista. Migliore in campo ed imbattuto. É raro vedere un 9.6 per un portiere, vuoi raccontarci la partita?
La partita è stata molto dura, niente da toglier ai Bomberoni che ci hanno fatto 90′ di assedio assoluto, facendoci sudare alla grande e facendoci prender paura con un tiro che è finito sul palo. Credo che se fosse finita in rete, la storia sarebbe stata diversa.
Durante tutta la partita siamo riusciti a costruire poco, ma quelle due occasione che abbiamo avuto le abbiamo sfruttate bene, tra cui il rigore al 90′. Ad essere sincero, non me lo sarei mai aspettato ad essere l’uomo partita. É raro che un portiere finisca la partita come migliore in campo. Ho semplicemente fatto il mio e sono contento di aver potuto contribuire alla riuscita della vittoria.

Quali sono i tuoi obiettivi, e quali quelli dei WolfDogs?
Il mio obiettivo principale è quello di poter, un giorno, far parte delle Nazionale, confrontandomi con i migliori giocatori del mondo, vedendo realmente le mie potenzialità e se sartò all’altezza. Sarà dura, ma ce la metterò tutta per poterlo realizzare. Per quanto riguarda i WolfDogs è difficile da spiegare: ora che siamo in A, l’obiettivo sarà quello di giocarci una buona stagione, confrontandoci sin da subito con le migliori del nostro campionato e facendoci sentire. Se poi riuscissimo ad approdare in Europa sarebbe fantastico.

Ringraziamo Marco per il tempo dedicatoci ed auguriamo a lui e tutto il suo team un grosso in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *